free web design templates

LUGLIO - AGOSTO 2020 PROPOSTE DI PROGETTI

MAGGIO - GIUGNO 2020
PROPOSTE DI PROGETTI

MARZO - APRILE 2020
PROPOSTE DI PROGETTI

GENNAIO - FEBBRAIO 2020
PROPOSTE DI PROGETTI

NOVEMBRE - DICEMBRE 2019
PROPOSTE DI PROGETTI

SETTEMBRE - OTTOBRE 2019
PROPOSTE DI PROGETTI


LUGLIO - AGOSTO 2019
PROPOSTE DI PROGETTI:

MAGGIO-GIUGNO 2019
PROPOSTE DI PROGETTI:

Programma  Italia - Francia - Marittimo



Il Programma Italia-Francia Marittimo
Il Programma Interreg Italia-Francia Marittimo 2014-2020 è un Programma transfrontaliero cofinanziato dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (FESR) nell’ambito della Cooperazione Territoriale Europea (CTE).
Il Programma mira a realizzare gli obiettivi della Strategia UE 2020 nell’area del Mediterraneo centro-settentrionale, promuovendo una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva.
Il Programma prende in considerazione le problematiche delle zone marine, costiere e insulari, ma si rivolge anche a quelle interne, con rischi specifici di isolamento.
L’obiettivo principale è quello di contribuire a rafforzare la cooperazione transfrontaliera tra i territori  designati per fare di questo spazio una zona competitiva, sostenibile e inclusiva nel panorama europeo e mediterraneo.
Nella fase di programmazione precedente (2007-2013), il Programma ha finanziato 87 progetti negli ambiti relativi all’accessibilità, alla competitività e innovazione, alla valorizzazione e protezione delle risorse naturali e culturali, al monitoraggio ambientale e marino.
Per l’attuale fase di programmazione, il Programma Interreg Italia-Francia Marittimo 2014-2020 ha una dotazione finanziaria di  199.649.898,00 €, di cui 169.702.411,00 € di FESR.
 
Le parole d'ordine:
1. Crescita e occupazione

Supporto alle filiere transfrontaliere della nautica, del turismo sostenibile e innovativo, delle biotecnologie blu e verdi e delle energie rinnovabili blu e verdi, come  base per la crescita della competitività e dell’occupazione dell’area di cooperazione.
2. Ambiente sicuro

Uno sforzo comune per difendere le popolazioni e il patrimonio naturale terrestre e marittimo dai rischi derivanti dal cambiamento climatico e dalle attività umane.
3. Patrimonio, bene comune

Azione congiunta per migliorare la difesa e la valorizzazione in chiave sostenibile del patrimonio naturale e culturale.
4. Distanze ridotte

Sviluppo diffuso delle reti di connessioni terrestri e marittime e delle modalità di trasporto sostenibile per ridurre l’isolamento delle aree più periferiche e a migliorare la qualità dell’ambiente.
 
IV Avviso per la presentazione di candidature di progetti
semplici per l'Asse Prioritario 1 e 3
scadenza giugno 2019 

BANDO 
Il testo del IV Avviso, approvato dal Decreto n. 2874 del 28/02/2019, è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana in data 13/03/2019 (Supp. n. 34 alla parte III).
I dossier di candidatura possono essere inseriti esclusivamente sulla piattaforma on line Marittimo plus (sezione eMS) accessibile all’indirizzo https://web.regione.toscana.it/ems2018 a partire dal giorno successivo a quello della pubblicazione del presente Avviso sul BURT della Regione Toscana e fino alle ore 18:00:00 del novantesimo giorno, 11 Giugno 2019.

Erasmus+: bando generale 2019
Bando generale 2019 nell'ambito del programma Erasmus+, il programma dell’UE a sostegno dei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport.

Nota: Per partecipare al bando è necessario tenere conto di quanto indicato nel testo del bando e nella “Guida al programma”. La “Guida” è, infatti, parte integrante del bando e fornisce indicazioni dettagliate sulle singole azioni che vengono finanziate, le priorità, il cofinanziamento e la procedura per la presentazione delle proposte di progetto.  ".
GUCE/GUUE C 384/4 del 24/10/2018
Commissione europea


Azioni
Sostegno a progetti riguardanti:

Azione chiave 1 Mobilità individuale ai fini dell`apprendimento:

Mobilità individuale nel settore dell`istruzione, della formazione e della gioventù
Diplomi di master congiunti

Azione chiave 2 Cooperazione per l`innovazione e lo scambio di buone prassi:

Partenariati strategici nel settore dell`istruzione, della formazione e della gioventù

Università europee

Alleanze per la conoscenza

Alleanze per le abilità settoriali

Rafforzamento delle capacità nel settore dell’istruzione superiore

Rafforzamento delle capacità nel settore della gioventù

Azione chiave 3 Sostegno alle riforme delle politiche:
 Progetti nell’ambito del dialogo con i giovani

Attività Jean Monnet
- Cattedre Jean Monnet

- Moduli Jean Monnet

- Centri di Eccellenza Jean Monnet

- Sostegno Jean Monnet alle associazioni

- Reti Jean Monnet

- Progetti Jean Monnet


Sport:

- Partenariati di collaborazione

- Piccoli partenariati di collaborazione

- Eventi sportivi a livello europeo senza scopo di lucro


Beneficiari
In generale, il bando è rivolto a qualsiasi organismo, pubblico o privato, attivo nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport. Tuttavia, per ogni singola azione sopra indicata sono ammissibili organismi ben specificati; per conoscere la corrispondenza tra azioni e soggetti ammissibili si rimanda alla “Guida al programma”.


Il bando è aperto a organismi stabiliti nei cd. Paesi partecipanti al programma). Alle azioni Jean Monnet possono partecipare istituti di istruzione superiore/organismi di tutto il mondo. 


Entità Contributo
Variabile a seconda dell'azione 


Modalità e procedura
Per la presentazione e valutazione delle proposte di progetto si prevede, a seconda dell’azione, una procedura decentrata o centralizzata. 
Le azioni di ERASMUS+ sono infatti distinte in azioni decentralizzate e azioni centralizzate: le prime vengono gestite a livello nazionale dalle Agenzie nazionali dei Paesi partecipanti al programma, le seconde, invece, vengono gestite a livello europeo dall’Agenzia esecutiva EACEA. La "Guida al programma" dettaglia per ogni azione la procedura a cui è soggetta.

A seguito dell’apertura del bando, la Commissione europea sta organizzando delle sessioni informative dedicate alle diverse azioni finanziate.


 SCADENZE:
- Mobilità individuale nel settore della gioventù: 5 febbraio 2019; 30 aprile 2019; 1 ottobre 2019

Azione chiave 2
- Partenariati strategici nel settore della gioventù:  1 ottobre 2019

Azione chiave 3
 - Progetti nell’ambito del dialogo con i giovani:  1 ottobre 2019


Risorse finanziarie disponibili
2733, 4 milioni di euro, così ripartiti:

- Istruzione e formazione: 2503,4 milioni di euro

- Gioventù: 167,7 milioni di euro

- Jean Monnet: 13,7 milioni di euro

- Sport: 48,6 milioni di euro

Aree Geografiche
UE 28 - Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.Turchia, Serbia








MARZO-APRILE 2019
PROPOSTE DI PROGETTI:

Programma  Diritti, Uguaglianza, Cittadinanza
bandi 2019



Commissione europea - Funding & Tender Portal del 15/1/2019
Segnaliamo di seguito i bandi 2019 relativi al programma “Diritti, uguaglianza, cittadinanza” che sono stati pubblicati sul “Funding & Tenders Portal” della Commissione europea, la nuova piattaforma per l’accesso alle opportunità di finanziamento UE destinata a sostituire il “Portale dei partecipanti”. I bandi intervengono su diversi ambiti: cittadinanza, diritti dei minori, tutela della privacy, pari opportunità, lotta contro la violenza di genere e sui minori, lotta contro il razzismo e tutte le forme di discriminazione e intolleranza, compreso l'incitamento all'odio online.

> Bando REC-RCHI-PROF-AG-2019: capacity-building nel campo dei diritti dei minori e della giustizia a misura di minore
Budget: 4.000.000 euro
Apertura: 15 gennaio 2019
 - Scadenza: 14 maggio 2019



> Bando REC-RCIT-CITI-AG-2019: migliorare la consapevolezza dei diritti di cittadinanza UE e l’inclusione dei cittadini «mobili» dell’UE e sostenere la collaborazione fra autorità nazionali competenti in materia elettorale
Budget: 1.500.000 euro
Apertura: 15 gennaio 2019
Scadenza: 11 aprile 2019


> Bando REC-RDAT-TRAI-AG-2019: bando ristretto alle Autorità nazionali per la protezione dei dati - sensibilizzare le parti interessate sulla nuova legislazione in materia di protezione dei dati
Budget: 1.000.000 euro

Apertura: 15 gennaio 2019 - 
Scadenza: 11 aprile 2019



> Bando REC-RDAP-GBV-AG-2019: prevenire e combattere tutte le forme di violenza nei confronti di bambini, giovani e donne
Budget: 11.700.000 euro
Apertura: 31 gennaio 2019 - 
Scadenza: 13 giugno 2019



> Bando REC-RDIS-DISC-AG-2019: promuovere l’effettiva attuazione del principio di non discriminazione
Budget: 4.000.000 euro

Apertura: 31 gennaio 2019
 - Scadenza: 20 giugno 2019



> Bando REC-RDIS-NRCP-AG-2019: sostegno ai Contact Point Nazionali per i Rom 
Budget: 1.000.000 euro

Apertura: 31 gennaio 2019 - 
Scadenza: 20 giugno 2019



> Bando REC-RGEN-WWLB-AG-2019: bando ristretto alle Autorità nazionali - colmare il divario di genere lungo l’arco della vita 
Budget: 3.000.000 euro

Apertura: 31 gennaio 2019
 - Scadenza: 16 maggio 2019



> Bando REC-RRAC-RACI-AG-2019: prevenire e combattere il razzismo, la xenofobia, l’omofobia e altre forme di intolleranza e monitorare, prevenire e contrastare l’incitamento all’odio online
Budget: 7.000.000 euro

Apertura: 31 gennaio 2019 - 
Scadenza: 24 aprile 2019

Candidature 2019 per le azioni “Memoria europea, Gemellaggio di città, Reti di città, Progetti della società civile”

Invito a presentare proposte n. EACEA-51/2018: programma «L’Europa per i cittadini» – sovvenzioni per il 2019
Programma “Europa per i cittadini”: candidature 2019 per le azioni “Memoria europea, Gemellaggio di città, Reti di città, Progetti della società civile”



Asse 1 - Memoria europea
• progetti che promuovono la riflessione sulle cause e le conseguenze dei regimi totalitari nella storia moderna dell'Europa (soprattutto, ma non esclusivamente, il nazismo che ha portato all'olocausto, il fascismo, lo stalinismo e i regimi totalitari comunisti),
nonché progetti volti a commemorare le vittime dei loro crimini.

• progetti riguardanti altri momenti cruciali e punti di riferimento nella recente storia europea.
Sarà data preferenza ad azioni che promuovono la tolleranza, la comprensione reciproca, il dialogo interculturale e la riconciliazione quale strumento per superare il passato e costruire il futuro, in particolare al fine di coinvolgere le giovani generazioni.
Un progetto deve coinvolgere organizzazioni di almeno 1 Stato membro UE. Tuttavia sarà data preferenza a progetti transnazionali. La durata massima di un progetto deve essere di 18 mesi.


Priorità tematiche per l'Asse 1:

1. Commemorazione dei momenti storici cruciali nella recente storia europea:
- 1919 I Trattati di Pace che portarono alla fine della I ^ Guerra Mondiale (incluso il Trattato di Versailles)
- 1939 La fine della Guerra civile spagnola in una prospettiva europea
- 1979 Le elezioni del Parlamento europeo (la prima volta dell’elezione diretta del PE)
- 1989 Le rivoluzioni democratiche nell’Europa centrale e orientale  e la caduta del muro di Berlino
- 2004 15 anni di allargamento dell’UE nell’Europa centrale e orientale  

2. Società civile e partecipazione civica sotto i regimi totalitari

3. Antisemitismo, Antigitanismo, xenofobia, omofobia e altre forme di intolleranza: trarre insegnamenti per i tempi odierni

4. Transizione democratica e adesione all’Unione europea



Asse 2 - Impegno democratico e partecipazione civica 

Misura 1 Gemellaggio di città: 
progetti che favoriscono gemellaggi tra città attorno a temi in linea con gli obiettivi e le priorità tematiche del programma. Mobilitando i cittadini a livello locale e europeo per dibattere su questioni concrete dell’agenda politica europea, questi progetti mirano a promuovere la partecipazione civica al processo decisionale dell'UE  e a sviluppare opportunità d'impegno civico e di volontariato.
I gemellaggi devono essere intesi in senso ampio, riferendosi sia ai comuni che hanno sottoscritto o si sono impegnati a sottoscrivere accordi di gemellaggio, sia ai comuni che attuano altre forme di partenariato volte a intensificare la cooperazione e i legami culturali.
Ciascun progetto deve coinvolgere municipalità di almeno 2 Paesi ammissibili al programma, dei quali almeno 1 deve essere Stato UE e prevedere un minimo di 25 partecipanti internazionali provenienti dalle municipalità partner. L’evento di gemellaggio deve avere una durata massima di 21 giorni.

Misura 2 Reti di città
Progetti per la creazione di reti tematiche tra città gemellate. Questi progetti promuovono lo scambio di esperienze e buone pratiche su temi d’interesse comune, da affrontare nel contesto degli obiettivi o delle priorità tematiche del programma, e favoriscono lo sviluppo di una cooperazione duratura tra le città coinvolte.
I progetti devono coinvolgere municipalità di almeno 4 Paesi ammissibili al programma, dei quali almeno 2 siano Stati UE. Ciascun progetto deve realizzare almeno 4 eventi e prevedere almeno un 30% di partecipanti internazionali provenienti dalle municipalità partner. La durata massima dei progetti deve essere di 24 mesi.


Misura 3 Progetti della società civile
 promossi da partenariati e reti transnazionali che coinvolgono direttamente i cittadini. Questi progetti uniscono cittadini di contesti diversi in attività direttamente legate alle politiche dell’Ue, dando loro l'opportunità di partecipare concretamente al processo decisionale dell'Unione.
 A tal fine il progetto deve puntare a stimolare riflessioni, dibattiti e altre attività legate alle  tematiche prioritarie del programma oltre ad assicurare una correlazione concreta con il processo decisionale di cui sopra.
Un progetto deve comprendere almeno due delle seguenti attività:

- promozione dell'impegno sociale e della solidarietà: attività volte a promuovere dibattiti/campagne/azioni su temi d'interesse comune, istituendo una correlazione con l'agenda politica e il processo decisionale Ue

- raccolta di opinioni: attività volte a raccogliere le opinioni personali dei cittadini su una tematica specifica, privilegiando un approccio dal basso verso l'alto (facendo anche ricorso ai social, a webinar, ecc.) e l'alfabetizzazione mediatica
- volontariato: attività volte a promuovere la solidarietà tra i cittadini dell'UE e oltre.
Ciascun progetto deve coinvolgere almeno 3 Paesi ammissibili al programma, di cui almeno 2 devono essere Stati UE. La durata massima di un progetto deve essere di 18 mesi.



Priorità tematiche per l'Asse 2

1. Discutere il futuro dell'Europa e sfidare l'euroscetticismo

2. Promuovere la solidarietà in tempi di crisi

3. Promuovere il dialogo interculturale e la comprensione reciproca e combattere la stigmatizzazione degli immigrati e delle minoranze

Beneficiari
Organismi pubblici o organizzazioni non-profit aventi personalità giuridica stabiliti in uno dei Paesi attualmente ammissibili al programma
(vedi voce “Aree geografiche coinvolte”) Nello specifico:
Asse 1: autorità locali/regionali o organizzazioni non-profit, comprese le organizzazioni della società civile, le associazioni dei sopravvissuti, le organizzazioni culturali, giovanili, educative e di ricerca.
Asse 2
- Misura 1: città/comuni o i loro comitati di gemellaggio o altre organizzazioni non-profit che rappresentano le autorità locali.

Misura 2: città/comuni o i loro comitati o reti di gemellaggio; altri livelli di autorità locali/regionali; federazioni/associazioni di autorità locali; organizzazioni non-profit rappresentanti le autorità locali. In questi progetti possono partecipare
in qualità di partner le organizzazioni non-profit della società civile
Misura 3: organizzazioni non-profit, comprese le organizzazioni della società civile, le istituzioni educative, culturali o di ricerca. In questi progetti possono partecipare in qualità di partner autorità locali/regionali

Entità Contributo
Asse 1: contributo UE di massimo € 100.000 per progetto.
Asse 2 – Misura 1: contributo UE di massimo € 25.000 per progetto.
Asse 2 – Misura 2 e 3: contributo UE di massimo € 150.000 per progetto.
La sovvenzione è calcolata sulla base di importi forfettari diretti a coprire i costi ammissibili del progetto.

Modalità e procedura
Per la presentazione dei progetti è necessario registrarsi al Portale dei partecipanti per ottenere un Participant Identification Code (PIC). La registrazione deve essere effettuata da tutti i soggetti coinvolti nel progetto (capofila e partner). Il PIC sarà richiesto per generare l`eForm (formulario elettronico) e presentare la candidatura online.

Scadenza
Asse 1: 01/02/2019, per progetti aventi inizio tra il 1° settembre 2019 e il 29 febbraio 2020.
Asse 2 - Misura 1:
- 01/02/2019, per progetti aventi inizio tra il 1° luglio 2019 e il 31 marzo 2020.
- 01/09/2019**, per progetti aventi inizio tra il 1° febbraio e il 31 ottobre 2020.
Asse 2 - Misura 2:
- 01/03/2019, per progetti aventi inizio tra il 1° settembre 2019 e il 29 febbraio 2020.
- 01/09/2019**, per progetti aventi inizio tra il 1° marzo e il 31 agosto 2020.
Asse 2 - Misura 3: 01/09/2019**, per progetti aventi inizio tra il 1° marzo e il 31 agosto 2020.

Le candidature devono essere presentate entro le ore 12.00 (ora dell’Europa centrale) dei termini di scadenza indicati.
**Se il termine per la presentazione delle candidature cade di sabato o di domenica, vale come termine ultimo di presentazione il primo giorno lavorativo successivo alla domenica.

Referente
Agenzia esecutiva per l`istruzione, gli audiovisivi, la cultura (EACEA)
Risorse finanziarie disponibili: 17,2 milioni di euro:

Memoria europea: 4 milioni di euro

Gemellaggio di città: 4,8 milioni di euro

Reti di città: 4,7 milioni di euro

Progetti società civile: 3,7 milioni di euro

Aree Geografiche
UE 28 - Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria Serbia

, Montenegro, 

Kosovo, 

ex Repubblica jugoslava di Macedonia

, Bosnia-Erzegovina, 

Albania


© Copyright 2019 PATINEU - All Rights Reserved
Sede legale ed amministrativa: Cecina (Livorno) - Corso Matteotti, 23
C.F. 92135010491